Spazio Soci
tab Spazio soci new
 
12/06/2009 BCC Garda
2008 in crescita per le BCC Lombarde
Domenica 7 giugno, nel teatro Ponchielli a Cremona si è svolta l’annuale Assemblea della Federazione Lombarda delle BCC per l’approvazione del bilancio 2008 e per la nomina del nuovo Consiglio di Amministrazione, che resterà in carica dal 2009 al 2011.
In un contesto economico certamente non facile, le 47 Banche di Credito Cooperativo della Lombardia hanno registrato tassi di crescita a due cifre sia per la voce dei depositi sia per il comparto dei crediti.
Le BCC lombarde, infatti, hanno raggiunto i 27 miliardi di euro nella raccolta diretta (+ 13%) e i 23,8 miliardi nei prestiti (tecnicamente i cosiddetti impieghi), segnando percentualmente un aumento pari al 12,4%. Nello specifico, per quanto riguarda la provincia di Brescia la raccolta diretta delle 11 BCC raggiunge complessivamente il valore di 8 miliardi e 169 milioni di euro, mentre gli impieghi ammontano a 7 miliardi e 466 milioni di euro.
Gli sportelli lombardi sono passati da 682 del 2007 a 731 del 2008 (+7,2% rispetto al 2007); in valore assoluto, i nuovi sportelli aperti sono 49, di cui 18 nella sola provinciali Brescia.
Buone notizie anche nel comparto occupazionale. A fine 2008 i dipendenti delle 47 BCC della Regione erano 5.689 ossia il 4,8% in più rispetto al 2007. Più del 50% dei dipendenti presta il proprio lavoro presso le BCC bresciane e milanesi. Gli operatori del Credito Cooperativo in provincia di Brescia sono 1.600.
Per quanto riguarda la dinamica della compagine sociale, il Credito Cooperativo mantiene la propria vitalità con un crescita pari al 7%. A fine 2008 i soci superavano quota 145.000, di cui 31.336 bresciani.
“Mai come nel 2008, il Credito Cooperativo si conferma come una forza attiva sul territorio – ha dichiarato Alessandro Azzi Presidente della Federazione lombarda delle BCC, nel corso dell’assemblea – siamo sempre più un operatore qualificato che affianca lavoratori e imprese. Nonostante la crisi abbiamo mantenuto nel 2008 una percentuale di crescita costante: segno che siamo ormai una componente protagonista del territorio. Se escludiamo Milano Metropoli – continua  Azzi – in Lombardia vantiamo una quota di mercato del 14%”.
Le rete BCC è sicuramente molto forte nel Nord Italia ed ha una densità particolarmente ampia in Lombardia, da anni comunque la capillarità è estesa in tutta la Penisola con una presenza in 98 province e 2.600 comuni. E’ oramai riconosciuto che il Sistema del Credito Cooperativo ha dimostrato di essere tra i più reattivi anche nel difficile contesto di mercato. Così ha commentato il Presidente Azzi: “A erogare il credito quando le cose vanno bene sono tutti bravi. E’ quando le cose vanno male che si vedono le differenze fra banca e banca. Per quanto ci riguarda, lasciamo parlare i dati, anche a livello nazionale”.
 
Durante l’assemblea sono stati eletti i nuovi consiglieri in carica per il triennio 2009-2011. Nel corso del primo Consiglio di Amministrazione della Federazione Lombarda, avvenuto mercoledì 10 giugno scorso, Alessandro Azzi è stato confermato all’unanimità nella carica di Presidente, posizione che ricopre ininterrottamente dal 1991 anno in cui fu eletto anche Presidente di Federcasse (Federazione Nazionale delle BCC).
Mobile bottom