Spazio Soci
tab Spazio soci new
 
10/01/2011 BCC Garda
BCC del Garda: un aiuto ai dipendenti del gruppo Medeghini
A seguito del default delle tre aziende del gruppo Medeghini, decretato con sentenza del Tribunale di Brescia nei primi giorni di gennaio, per iniziativa del Comune di Mazzano sono stati avviati contatti per prevedere un aiuto immediato ai dipendenti delle aziende.
La BCC del Garda, presente nel comune con una filiale storica, si è immediatamente resa disponibile per garantire ai lavoratori, con la propria operatività, l’anticipazione delle erogazioni di Cassa Integrazione Guadagni da parte dell’INPS. Verrà applicata, dunque, la metodologia già sperimentata negli scorsi anni con protocolli previsti in queste situazioni di crisi. In concreto, la Banca erogherà finanziamenti individuali fino all’importo massimo di euro 2.800,00 per Cassa Integrazione Ordinaria e 6.300,00 in caso di Cassa Integrazione Straordinaria, in rate di importo massimo di euro 700,00 mensili, senza applicazione di interessi e di spese.
A titolo di garanzia del buon fine dei finanziamenti, il lavoratore si impegnerà a domiciliare, in via irrevocabile, presso la BCC del Garda l’accredito che successivamente verrà erogato dall’INPS; i tempi di rimborso del finanziamento saranno correlati ai tempi di liquidazione, da parte dell’INPS di Brescia, dei contributi di CIGO e CIGS.
L’intervento è stato presentato durante una conferenza stampa, avvenuta mercoledì 5 gennaio scorso, presso la Sala Consiliare del Comune di Mazzano.
Il Sindaco Maurizio Franzoni ha così commentato l’accordo: “Di fronte ad una situazione problematica e certamente ancora in evoluzione, dal punto di vista istituzionale abbiamo pensato ad un primo intervento a tutela degli operai e delle loro famiglie. Per l’erogazione del credito abbiamo contattato, come primo e unico interlocutore, la BCC del Garda come Banca del nostro territorio e abbiamo avuto immediata risposta positiva”.
Alla conferenza stampa erano presenti i vertici della Banca: il Presidente Alessandro Azzi e il Direttore Generale Manuele Martani. “Nei momenti di difficoltà economiche – commenta il Presidente Azzi - la BCC del Garda offre risposte concrete alle persone che hanno perso la serenità economica. L’operatività per far partire le pratiche, presso la filiale di Molinetto, è già attiva”.
Erano presenti, oltre alle rappresentanze sindacali, i curatori fallimentari delle aziende del gruppo Medeghini: Stefano Midolo, Vincenzo Cristarella e Valerio  Galeri.
 
 
Per informazioni:
 
Ufficio REMS
(Relazioni esterne, Marketing e Soci)
Tel. 030/9654231
Mobile bottom