Spazio Soci
tab Spazio soci new
 
Spazio Soci
tab Spazio soci new
 
box visibile prima dell'accesso

Spazio Soci

Gentile Socia e Socio,

qui di seguito puoi accedere alla Tua area riservata: uno spazio in continua evoluzione e sviluppo dedicato in esclusiva ai Soci di BCC del Garda. Ti invitiamo pertanto a visitarlo per fruire di tutti i servizi offerti dalla Tua BCC: informazioni di servizio, informazioni di prodotto e l'archivio con tutta la documentazione relativa ai dati della Banca.

Per accedere è necessario inserire nella casella “Username”:

  • il codice fiscale per le persone fisiche;
  • la partita IVA o il codice fiscale (qualora non si abbia partita IVA) per le imprese;
Nella casella “Password” per il primo accesso dovrai invece inserire la parola: Assemblea2017
Una volta entrati nell’area riservata Ti sarà richiesto di modificare subito la password (solo al primo accesso).

Per qualsiasi necessità potrai contattare l’Ufficio Relazioni con i Soci ai seguenti numeri telefonici: 030.9654391 oppure 030.9654285, oppure potrai mandare una email al seguente indirizzo: uff.comunicazione@garda.bcc.it.

 

 
18/12/2012 BCC Garda
Del cooperare. Manifesto per una nuova economia
Si terrà oggi 18 dicembre a Roma la presentazione del volume “Del cooperare. Manifesto per una nuova economia” organizzata da Vita e Istituto Luigi Sturzo.
 
All’evento parteciperanno Mauro Magatti docente di sociologia Università Cattolica di Milano, Johnny Dotti, presidente Welfare Italia, Riccardo Bonacina, presidente di VITA. Coordina Angelo Rinaldi, vice direttore di La Repubblica. Anche il Credito Cooperativo, tra gli sponsor di Vita e partner dell'Istituto Sturzo, sarà presente all’evento con il direttore di Federcasse, Sergio Gatti.
  
Del cooperare. Manifesto per una nuova economia”  è il primo volume della nuova collana VITA, realizzata in collaborazione con Feltrinelli, e contiene scritti di Giulio Sapelli, Luca De Biase, Adone Brandalise, Mauro Magatti, Pierangelo Dacrema, Pietro Barcellona, Giorgio Agamben, Silvano Petrosino, Stefano Zamagni, Leonardo Becchetti e un inedito di Elinor Ostrom.
 
“Uno scavo, più che mai attuale, nelle zone d'ombra dell'economia contemporanea, e una proposta aperta (un Manifesto, appunto), che mette le basi per una nuova e rivoluzionaria economia del cooperare”.
Mobile bottom