Spazio Soci
tab Spazio soci new
 
Spazio Soci
tab Spazio soci new
 
box visibile prima dell'accesso

Spazio Soci

Gentile Socia e Socio,

qui di seguito puoi accedere alla Tua area riservata: uno spazio in continua evoluzione e sviluppo dedicato in esclusiva ai Soci di BCC del Garda. Ti invitiamo pertanto a visitarlo per fruire di tutti i servizi offerti dalla Tua BCC: informazioni di servizio, informazioni di prodotto e l'archivio con tutta la documentazione relativa ai dati della Banca.

Per accedere è necessario inserire nella casella “Username”:

  • il codice fiscale per le persone fisiche;
  • la partita IVA o il codice fiscale (qualora non si abbia partita IVA) per le imprese;
Nella casella “Password” per il primo accesso dovrai invece inserire la parola: Assemblea2017
Una volta entrati nell’area riservata Ti sarà richiesto di modificare subito la password (solo al primo accesso).

Per qualsiasi necessità potrai contattare l’Ufficio Relazioni con i Soci ai seguenti numeri telefonici: 030.9654391 oppure 030.9654285, oppure potrai mandare una email al seguente indirizzo: uff.comunicazione@garda.bcc.it.

 

 
27/03/2013 BCC Garda
Le banche italiane promosse dal Fondo Monetario Internazionale
Le banche italiane "hanno dimostrato una notevole tenuta" di fronte alla severa e prolungata crisi.
Queste le conclusioni del Fondo Monetario Internazionale, che ha completato la missione in Italia nell’ambito del programma  Fsap, l’indagine finalizzata alla valutazione sulla stabilità finanziaria di alcuni Paesi, tra cui l’Italia, considerati di importanza sistemica. 
 
Secondo gli esperti di Washington, il sistema creditizio italiano "dovrebbe essere in grado di resistere sia a uno scenario di shock sia a un prolungato rallentamento della crescita, grazie alla forte dotazione di capitale e al supporto di liquidità della BCE".
  
L’FMI ha inoltre sottolineato il ruolo chiave di “solida vigilanza” della Banca d’Italia, un “fondamentale pilastro della stabilità del nostro sistema” e che "azioni mirate" possono migliorare ulteriormente le difese delle banche italiane.
 
Il Credito Cooperativo ha incontrato il Fondo Monetario Internazionale lo scorso gennaio. Durante l’incontro i funzionari americani hanno potuto approfondire la conoscenza del Sistema del Credito Cooperativo ed in particolare del Fondo di Garanzia Istituzionale (FGI), che rappresenta per il Sistema un’ulteriore capacità di prevenzione delle crisi e, quindi, di tutela a favore dei clienti e depositanti. I rappresentati del FMI sono inoltre rimasti favorevolmente colpiti dall’attenzione che le BCC italiane rivolgono al sociale. 
Mobile bottom